Nessuno parlò mai come quest’uomo

Ho da qualche giorno compiuto 50 anni e sono circa 22 anni che mi sento sempre più vicino a Dio ed amato da Lui. Anche se guardo con dispiacere gli anni passati spesi senza conoscere nulla della realtà di Dio, devo ammettere con profonda riconoscenza che il Signore è sempre stato un attento e profondo protettore ed educatore nella mia vita.

Vivendo oggi nella consapevolezza quotidiana della realtà di un Dio Onnipresente, al quale tutto è sottoposto, posso riflettere su come questo Dio che non conoscevo mi ha preservato dal male che io stesso mi sarei procurato a causa della mia condotta di vita.

Voglio ringraziarlo per la pazienza e la costanza che ha avuto nel chiamarmi a Sé: spesso accadeva che  nella mia mente salivano domande sul perché e sul vero senso della vita che viviamo, ma riuscivo sempre a soffocare quei pensieri, che oggi riconosco essere stati creati dallo Spirito di Dio che mi voleva far avvicinare a Sé.

Una sera, però,  la benigna pazienza di Dio ebbe ragione: mi trovavo stranamente in casa mia (dico stranamente perché per me era impossibile e inaccettabile trascorrere una sera senza bere qualcosa di alcolico insieme alla compagnia di amici che avevano le mie stesse vedute); quella sera decisi di non uscire e mentre ero seduto sulla poltrona, cominciarono a farsi forti quelle domande che sempre più spesso mi assalivano.

Avevo di fronte una libreria: il mio sguardo si posò su un libro intitolato “Il Vangelo di Gesù“; udii chiaramente dentro di me una voce che mi diceva “Hai provato a cercare la risposta ai tuoi perché lì, in quel libro?” Così mi alzai, presi il libro e iniziai a leggerlo; ma più leggevo, più mi sembrava incomprensibile. La stessa voce che mi aveva spinto a prendere il libro mi invitò a pregare prima di leggere, così feci questa brevissima ma sincera preghiera: “Io non conosco qual sia il tuo vero nome, ma se esisti quale creatore e responsabile di tutto l’universo e ciò che è scritto nel Vangelo è Parola tua, allora fammi comprendere ciò che leggo, altrimenti io sto parlando da solo e non esiste nessun Dio, ma solamente tante religioni diverse create dagli uomini a loro proprio uso.

Terminata la preghiera ripresi a leggere quel libro e mi rendevo conto che la sapienza che c’era nelle parole di Gesù non poteva essere sapienza dell’uomo, perché quelle parole toccavano veramente il cuore in ogni aspetto. Mi ritrovai a dire le stesse parole che dissero alcuni soldati che erano stati mandati ad arrestare Gesù: “… nessun uomo parlò mai come quest’uomo…

Ma la scoperta più bella (e che continua tuttora) che feci nei giorni a seguire, fu quella di sentire la presenza di Dio con me in ogni mia azione quotidiana, fino a sperimentare la gioia più soddisfacente che l’uomo possa provare: la preghiera intesa come dialogo con Dio.

Da allora ho sempre presentato ogni mia scelta al Signore e ho sempre ricevuto la Sua preziosa attenzione. La sua voce mi ha condotto anche a incontrare altri credenti, con i quali condivido pienamente la fede in Gesù, con i quali aspetto per la stessa fede che Gesù venga a prenderci dal cielo, e insieme ai quali credo che l’unico modo per piacere a Dio e ricevere il suo bene sia credere che Gesù di Nazaret è il Figlio di Dio, che ha scelto di farsi uccidere come capro-espiatorio per pagare per le nostre colpe e di conseguenza renderci puri e senza più colpe alcune.

Se tu che leggi non conosci la realtà dello Spirito di Dio, il concetto del sacrificio vicario di Gesù ti sembrerà “troppo facile” da accettare, ma se leggi o rileggi la Bibbia, chiedendo a Dio lo Spirito Santo per comprendere gli scritti Sacri, scoprirai che fin dal principio della creazione Dio stabilì che gli uomini che volevano accostarsi a Lui e avere il suo favore, potevano farlo solo portando con loro del sangue di vittime offerte per le loro proprio colpe; scoprirai che il compimento di quest’ordine di cose è proprio Gesù, che ha dato la Sua vita per riportare l’uomo ad aver pace con il Creatore.

Sentirai nel tuo cuore la voce di Gesù che mentre muore sulla croce per l’umanità grida “tutto è compiuto (pagato)” e potrai presentarti gradito a Dio e chiamarlo PADRE!

DIO TI BENEDICA

L.

2014-08-30T11:13:47+00:00